Studio

Formazione

L'Avv. Santi Delia è ideatore assieme agli Avvocati Rosario Cannata, Simona Raffaele e Ilario Nasso del corso di preparazione all'esame di Avvocato "Obiettivo avvocato".
Si tratta di un corso INNOVATIVO per la preparazione all'esame di abilitazione forense. Il Corso si caratterizza per il metodo didattico che grazie al suo taglio pratico e all'impiego di una metodologia individualizzata realizza una forma partecipata di apprendimento volta all'insegnamento del metodo di lettura critica della traccia e della corretta tecnica redazionale di pareri e atti.

Durante il corso saranno inoltre consolidate le conoscenze più rilevanti in materia di DIRITTO PENALE, CIVILE e AMMINISTRATIVO, consentendo di dotarsi di tutti gli strumenti necessari per affrontare l'esame con sicurezza.

ll corso inizierà lunedì 6 ottobre 2014 ore 15:00 e proseguirà con cadenza bisettimanale ogni lunedì (ore 15:00/19:00) e sabato (ore 9:00/13:00) fino al 6 dicembre 2014. La sede del corso è ubicata in via Ghibellina presso i locali dell'ERSU MESSINA.

 

Costo di iscrizione € 650,00 IVA inclusa SEDE DI MESSINA.

Info 090/6412910 - 3288231119 -

@ Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Facebook Studium Iuris - Formazione giuridica avanzata

 

Lo Studio

Lo studio legale dell’Avv. Santi Delia si occupa di tutti gli affari concernenti rapporti tra privati e pubbliche amministrazioni, assicurando un servizio di  consulenza fissa o occasionale sia a privati che ad enti  pubblici. L’offerta professionale si articola secondo una concezione moderna e flessibile del  rapporto professionale, rispettando la deontologia e le esigenze del cliente. Alla informale consultazione iniziale, ove richiesto, può seguire la stipula di un  contratto inerente gli aspetti di maggior rilievo del rapporto professionale: natura dell’incarico, remunerazione, responsabilità e deontologia del  professionista. L’attività si svolge assicurando la piena informazione e il completo coinvolgimento del cliente e consiste nella redazione di atti e ricorsi  avanti ai tribunali civili, amministrativi e contabili ed alle giurisdizioni europee nonché in via amministrativa (opposizioni, ricorsi gerarchici e ricorsi  straordinari al Capo dello Stato ed al Presidente della Regione Siciliana).

 

 

Leggi tutto...

Pubblicazioni scientifiche

In house providing, in Appalti e contratti pubblici, a cura di F. Saitta, Cedam, 2016.

MIUR, Università e Cineca: il nuovo modello dell'in house providing passa dai rapporti tra questi 3 soggetti, in La Voce del Diritto, giugno 2015

Notifiche a mezzo pec degli Avvocati: (forse) tanto rumore per nulla* (nota a Tar Lazio – Roma, Sez. III ter, 13 gennaio 2015, n. 396), in Lexitalia.it, aprile 2015

Uranio impoverito e vaccini: il T.A.R. Trieste ripercorre le tappe di una triste storia per i nostri militari, in La Voce del Diritto, febbraio 2015

In house e servizi pubblici locali: con il Decreto "Cresci Italia" si chiude la fase post referendaria?, in Weblog di informazione giuridica freeware e condivisa, gennaio 2012

Servizi pubblici locali: risorge l'in house...ma solo fino a poco meno di un milione di euro, in Weblog di informazione giuridica freeware e condivisa, agosto 2011

Diritto allo studio e accesso al sapere: il numerus clasus (Nota a T.A.R. Lazio, Sez. III bis, 19 luglio 2011, n. 6443 e 6445), in www.giustamm.it, agosto 2011

La morte (vera) del 23 bis: prime note sullo scenario post referendarioin Weblog di informazione giuridica freeware e condivisa, giugno 2011

"Diritto allo studio e accesso al sapere: lo stato dell’arte e gli obiettivi fissati, de jure condendo, dalla c.d. riforma “Gelmini” (glosse e riflessioni alla sentenza T.A.R. Lazio Roma, Sez. III bis, 4 gennaio 2011, n. 8)", inForo Amm., T.A.R., Anno IX, Fasc., 12-2010.

"Diritto allo studio e accesso al sapere: lo stato dell’arte e gli obiettivi fissati, de jure condendo, dalla c.d. riforma “Gelmini” (glosse e riflessioni alla sentenza T.A.R. Lazio Roma, Sez. III bis, 4 gennaio 2011, n. 8)", in www.giustamm.it, pubblicato il 31 gennaio 2011.

In house e servizi pubblici locali: cosa resta del modello dopo il vaglio dell'A.G.C.M. in www.giustamm.it, pubblicato il 9 settembre 2010.

Schema sinottico riassuntivo relativo a tutti i pareri resi ex art. 23 bis D.L. n. 112/2008 dall'A.G.C.M. in materia di servizi pubblici locali, in weblog di informazione giuridica freeware condivisa, settembre 2010

In house e servizi pubblici locali: breve storia della capitolazione di un modello, in Nuove Autonomie, Nuove 2-3/2009, 2010.

In house e servizi pubblici locali: breve storia della capitolazione di un modello in www.giustamm.it, pubblicato il 17 luglio 2009.

La tutela cautelare sugli atti negativi: un problema ancora aperto, nota a Cons. Stato, Sez. VI, ord. 9 gennaio 2009, n. 134 e T.A.R. Calabria, Reggio Calabria, ord. 5 novembre 2008, n. 424, in www.giustamm.it, pubblicato il 9 febbraio 2009.

L'onere di specificazione dei motivi d'appello: il Consiglio di Stato ritorna sui propri passi, ma, purtroppo, nella direzione sbagliata in www.giustamm.it, nota a Cons. Stato, Sez. IV, 18 dicembre 2008, n. 6369, pubblicato il 7 gennaio 2009.

Ancora sull’affidamento in house: gli sforzi della “nostra” giurisprudenza e “le regole generali del diritto comunitario, in www.lexitalia.it, nota a Cons. Stato, Sez.VI, 3 aprile 2007, n. 1514 e C.G.A., 27 ottobre 2006, n. 589, pubblicato sul n. 5/2007.

Autore di decine di note e commenti "a caldo" sulle più importanti novità di legislazione e giurisdprudenza. Vai al weblog per leggere tutti gli articoli pubblicati.

Relazioni a convegni

Relazione al convegno "Accesso Vietato: Il numero chiuso compie 10 anni: selezione dei meritevoli o negazione del diritto allo studio?Università di Messina, Aula Magna Facoltà di Giurisprudenza, 22 settembre 2010.

"Numero chiuso, accesso al sapere e al mondo del lavoro. Analisi del sistema italiano dell'accesso programmato alle Università", Università di Messina, Facoltà di Giurisprudenza, 5 novembre 2010.

"Le Società miste per la gestione dei servizi pubblici locali: l'in house providing", Università Magna Graecia di Catanzaro, Master di II livello in Diritto dei contratti pubblici, 11 marzo 2011.

Numero chiuso, accesso al sapere e al mondo del lavoro. Analisi del sistema italiano dell'accesso programmato alle Università", Università di Messina, Facoltà di Giurisprudenza, 5 novembre 2010. "Le Società miste per la gestione dei servizi pubblici locali: l'in house providing", Università Magna Graecia di Catanzaro, Master di II livello in Diritto dei contratti pubblici, 11 marzo 2011.

Pro bono

Lo Studio è impegnato da diverso tempo nell’assistenza di soggetti svantaggiati nonché nella prestazione di un servizio di consulenza legale nei confronti di studenti stranieri ospiti di Atenei Italiani nell’ambito di programmi di mobilità internazionale.
Nel primo caso la scelta di assumere una difesa pro bono viene dalla convinzione etica che la funzione sociale della professione forense impone, almeno in determinati casi, la necessità di offrire le proprie competenze anche a chi non ha la possibilità di remunerarle.
L’assistenza e la consulenza a favore di giovani impegnati in progetti di mobilità internazionale, invece, muove dalla volontà di continuare a promuovere l’internazionalizzazione della cultura, l’idea di Europa e l’europeismo, con la speranza che un supporto legale, ove necessario, possa contribuire ad aiutare lo studente, non ancora perfettamente integrato nel nostro sistema, a perseguire l’obiettivo per cui scelto il nostro Paese per studiare.
Per fruire di tale servizio puoi usare il modulo presente nella sezione RICHIEDI UN PREVENTIVO indicando nell'oggetto pro bono. Tutte le richieste verranno esaminate e, ove ritenute meritevoli di accoglimento, sottosposte, ove necessario, all'esame del Consiglio dell'Ordine per l'autorizzazione ad accettare la difesa pro bono.
Clicca qui per contattare la Sig.na Manuela Sanchez Dorado, l'ultima studentessa che, nell'ambito del progetto Erasmus Placement, ha scelto l'Avv. Santi Delia quale tutor del proprio tirocinio di 7 mesi in Italia.