News

Vinti i ricorsi per le Università che non hanno provveduto all’ampliamento del 10% dei posti

Nuova vittoria  contro il meccanismo del numero chiuso. Questa volta tocca all’Università di Siena fare i conti con il provvedimento del TAR Lazio che accoglie la domanda degli studenti rimasti fuori dalle graduatorie per un mancato ampliamento dei posti nel 10%.
Innanzi alla ostinazione dell’Università di Siena a non provvedere all’ampliamento del 10%, abbiamo continuato a difendere gli studenti per la difesa i loro diritti.
Il risultato?
Ancora una volta il TAR riconosce il diritto allo studio, rileva nuovamente la irregolarità dell’Ateneo nel rifiuto di ampliare i posti e gli aspiranti studenti di medicina possono immatricolarsi.

T.A.R. Lazio, Sez. III bis, ordinanza 2 marzo 2012, n. 785

TUTTI AMMESSI A PALERMO: saranno Fisioterapisti, Inferimieri e Radiologi

Carissimi,
tutti aspettavamo questa notizia e la notizia è arrivata.
Abbiamo vinto. Senza se e senza ma. Vittoria eclatante e schiacciante su tutta la linea.
Tutti ammessi. Da chi aveva solo pochi punti e quindi sotto la soglia dei 20 stabiliti dal D.M. a chi sino al giorno dell'udienza era il primo dei non ammessi.
Condanna alle spese dell'Università e trasmissione degli atti alla Procura della Repubblica.
Ha colto nel segno il motivo sull'anonimato, sulla mancanza delle buste e sulla non necessità di proporre querela di falso.
La "reliquia" del foglio di istruzioni da noi reperita e, se ci è consentito, la nostra impostazione, sono state decisive e riportate in toto nella sentenza.
L'anonimato è stato platealmente violato dalla SELEXI e dall'Ateneo di Palermo e con esso il vostro diritto di studiare.
Avremo certamente modo di sentirci ma frattanto Vogliamo porgerVi i nostri più sinceri auguri per una splendida carriera accademica.
Siete studenti Infermieristica, Fisioterapia e Radiologia. Avete avuto accesso al sapere e, come mai finiremo di provare a fare, ottenuto l'abbattimento delle illegittime barriere al Vostro diritto allo Studio. Non perdete quest'occasione e siate orgogliosi di come Vi siete guadagnati di poter indossare quel camice.

...Anche per Voi oggi la tartaruga è giunta in mare....

Con affetto e riconoscenza per la fiducia riposta in noi sul Vostro futuro.

Santi Delia & Michele Bonetti

Rassegna Stampa

Repubblica

Gazzetta del Sud

Giornale di Sicilia

Corriere Univ

Messinaora

Giornale di Sicilia 10 marzo 2012

-------- Le Vostre parole ------

Gent.mo Avvocato,

La ringrazio di cuore perchè Lei oggi mi ha regalato un sogno, ma non solo, mi ha sopratutto concesso la possibilità di realizzarlo!!
Non abbiamo mai smesso di sperare, di lottare per quello che è il nostro diritto allo studio, la nostra vita nella legalità ma più di ogni altra cosa noi non abbiamo mai smesso di crederci, di credere che davvero, nell'unica vita che ci appartiene, siamo noi gli artefici del nostro destino e che ci sono obiettivi realmente raggiungibili di cui nessuno, neanche quegli uomini incravattati e sconosciuti possono privarci perchè è solo a noi che appartengono!! è stata un'attesa lunga, silenziosa, non priva di momenti di sconforto ma siamo stati adeguatamente ricompensati, e lo dobbiamo soprattutto a Voi e al Vostro operato! Faremo tesoro di questa opportunità, onoreremo il posto che ci siamo giustamente meritati tra le file dei banchi di quell'aula come tra le file della vita che stringiamo tra le mani.
Un caloroso saluto e i più sentiti ringraziamenti.
Federica D'arpa
---------------------------------------------
Grazie infinite per aver dato voce ai miei di sogni... grazie alla sua immensa Professionalità, all'amore e alla dedizione che presta nel suo lavoro; grazie a lei e al suo staff oggi ho coronato un sogno...1000 volte grazie. Un caloroso saluto,
Giovan Battista Sinnone.
-------------------------------------------
Non smetterò mai di ringraziarla! :-)
Avrai sempre un posto importante nei miei pensieri! quella foto è in stand by nelle mie foto profilo da sei mesi... e adesso, grazie a te e al maresciallo Sinnone, ho potuto impostarla come immagine profilo... e cosa più importante, potrò realizzare il mio sogno. aiutare chi sta male.. è la cosa che più mi piace al mondo, far stare bene gli altri.. proprio come fai tu!
Tu sei una persona rara, una di quelle che crede fermamente in ciò che fa.. non lo dico per circostanza ma perchè l'ho capito subito e per questo ho avuto subito fiducia in te.. non hai mai agito per interessi economici ma perchè credi fermamente nella causa che porti avanti. Quando avrai un momento di sconforto pensa a queste parole.. tu hai regalato la speranza di un futuro migliore, la realizzazione di un sogno, la voglia di fare, di costruire. Ci hai regalato il nostro futuro e te ne saremo per sempre grati.
------------------------------------------
Carissimo Avvocato, non avrò mai parole abbastanza per ringraziarLa per tutto ciò che con passione ed amore ha fatto per noi; ci ha permesso di poter realizzare i nostri sogni verso un futuro migliore.. grazie per la pazienza sempre mostrataci e per tutte le splendide qualità che umanamente e professionalmente La contraddistinguono..Non scorderò MAI il Suo nome, ha cambiato la nostra vita..Un sentito GRAZIE.
------------------------------------------

Avvocato!!! Complimenti! Grazie! Stefania Barbaro

---------------------------------

Carissimo Avvocato, non ho parole per ringraziarla per tutto il lavoro svolto, per l'appoggio, e soprattutto per aver creduto in noi quando abbiamo bussato alla sua porta!

Elisabetta Garofalo

----------------------------------------

Semplicemente GRAZIE di tutto.
Grazie per questa opportunità di vita, per tutto l'impegno ed il tempo speso in questa causa.
Profonda stima per la Vostra persona, per i metodi lavorativi e per quello in cui Vi credete e battete.
Cordialmente
Albanese Mirko

Il diritto allo studio per tutti: importante vittoria per uno studente disabile a La Sapienza

ll Tar Lazio accoglie il ricorso per l'Unione degli Universitari e ammette al corso di laurea in Medicina e Chirurgia dell'Ateneo romano della Sapienza un altro studente disabile.

Il TAR Lazio censura ancora una volta il comportamento dell'Ateneo romano verso gli studenti disabili rilevando "che al ricorrente, disabile rispetto agli altri concorrenti in quanto affetto da "Dislessia" non appaiono essere state offerte in sede di svolgimento delle prove a test, le condizioni e gli strumenti appropriati a tale suo particolare stato".

Secondo il Tar del Lazio sono sorrette da sufficienti elementi di buon esito le censure del candidato con le quali lamenta di "non essere stato messo in grado di concorrere mediante strumenti appropriati al suo particolare stato, in condizioni di parità con altri candidati".

La decisione conferma quanto precedentemente e ripetutamente statuito dalla giustizia amministrativa a seguito di nostri ricorsi a favore di studenti con disabilità che continueremo a supportare senza alcuna esitazione.

Vedi ordinanza del TAR Lazio

Vedi articolo “La Repubblica”

Clicca qui per vedere l'articolo on-line

Justice TV

Test di Medicina: per il TAR le domande sono sbagliate!

Il Tar del Lazio pronunciatosi su un ricorso dell'Udu ha ritenuto che il test di quest'anno contiene una domanda sbagliata e ha ammesso all'Università una studentessa dell'Università di Modena.

Sono anni che l'Unione degli Universitari denuncia errori e illegalità nel test, domande annullate e completamente estranee ai programmi della scuola superiore. Si può mettere nel test una domanda sulla "grattachecca romana" e sul chiosco romano di granite la Sora Maria? O ancora sulla bacheca facebook di Vasco Rossi?

Il Tar ha analizzato così altri test, oltre quelli predetti della Sapienza sulla cui illegittimità non si discute neanche, e ha decretato l'illegittimità anche di altre domande ammettendo i nostri studenti.

A nostro avviso questa è la prova che si tratta di un metodo errato e che deve essere riformato!

 

Vedi di seguito il provvedimento del Tar del Lazio della Sezione III Bis, Presidente Dott. Evasio Speranza e Dott.ssa Ines Simona Immacolata Pisano, Consigliere, Estensore

Epocale vittoria al Consiglio di Stato

Se a dirlo è il Consiglio di Stato e non più e soltanto alcuni TAR, c'è da festeggiare.

Lo stesso Consiglio di Stato, difatti, dopo le aperture a favore dei ricorrenti comunitari del 2009, era tornato sui propri passi negando il diritto allo studio a centinaia di studenti.

Oggi, in accoglimento di un appello da noi proposto avverso l'Ateneo di Messina, si assiste ad una nuova e decisiva apertura. I posti lasciati liberi dagli studenti extracomunitari vanno assegnati ai cittadini comunitari. E' questa la decisione dei Giudici di Palazzo Spada. Sono oltre 1.000 i posti che, ora, attendono di essere assegnati.

Di seguito il comunicato stampa

Il Consiglio di Stato ha accolto il ricorso degli Avv.ti Santi Delia e Michele Bonetti ammettendo uno studente al corso di laurea in Odontoiatria. I Giudici di Palazzo Spada, mutando indirizzo rispetto agli ultimi arresti, hanno ritenuto illegittima la scelta del Miur e degli Atenei di non assegnare ai pretendenti comunitari i posti liberi inizialmente riservati ai cittadini extracomunitari e rimasti vacanti.
L'ex Ministro Gelmini, in una delle sue ultime dichiarazioni da reggente del dicastero di Piazzale Kennedy, aveva dichiarato di volere “che i posti riservati ad extracomunitari fossero riassegnati agli studenti italiani e comunitari che sono rimasti fuori dalle graduatorie”; l'ennesima promessa del Ministero rimasta inattuata, difatti rimangono posti mai assegnati ne' ai comunitari, nè agli extracomunitari. Sono dunque 1.000 i posti che rischiano di rimanere vacanti nonostante migliaia di pretendenti pronti a subentrare.
La decisione del Consiglio di Stato, secondo gli Avvocati Bonetti e Delia, da una nuova speranza a centinaia di studenti ancora oggi incomprensibilmente esclusi dal corso di laura cui legittimamente aspirano a studiare e rappresenta un'importantissima riaffermazione del diritto allo studio di tutti gli studenti comunitari e extracomunitari.
Consiglio di Stato, Sez. VI, ordinanza 15 febbraio 2012, n. 647

ANSA

Ansa Sicilia

Gazzetta del Sud

Corriere della Sera

Tempostretto

Normanno

La Provincia di Messina.it

Il Dentale

Messinaora

Vai al Weblog