News

Buona Pasqua

Serena Pasqua a tutti Voi.

Studio Legale Avvocato Santi Delia

Con affetto Santi, Rosario, Tiziana, Roberto, Andrea, Marco, Angela, Laura, Alessio e Giuseppe.

Santi Delia e Gianmarco Russolo nell'acquisizione di Ideare

icone santi new 07DA TOPLEGAL -  Fusioni e acquisizioni - Santi Delia, con un team guidato dal senior Rosario Cannata e dall'of counsel Maria Speciale, ha assistito Ids & Unitelm nell'acquisizione, in partnership con Isa (Istituto Altesino di Sviluppo) - assistita da Gianmarco Russolo - della maggioranza del capitale sociale di Idea Real Estate (Ideare).

 
L'operazione, del valore di quasi quattro milioni di euro, ha visto anche la partecipazione al fianco dei soci di Ideare, di Andrea Migliore di Elexia.

Ids & Unitelm è una società operante nella realizzazione e gestione di soluzioni It per la pubblica amministrazione, per il settore sanità,  per la tutela e valorizzazione del patrimonio storico artistico italiano,  per gli enti religiosi, nonché partner della Cei (Conferenza episcopale Italiana) per la predisposizione di applicazioni informatiche in uso alle Diocesi italiane e agli Enti ad esse collegate.

Ideare è una società emergente nell'ambito di sistemi informativi complessi per la gestione di patrimoni immobiliari, degli asset, del property, del facility, dell’energy management, agency e di ogni servizio relativo alla gestione integrata del patrimonio.

FIT: dopo i dottorati è la volta di ITP e abilitati all’estero. Ecco gli ultimi provvedimenti del T.A.R.

dirittoscolasticoArrivano gli accoglimenti che consentono agli Insegnanti Tecnico Pratici e a coloro che si sono abilitati all’estero, ma senza i requisiti di legge, di poter partecipare alla fase transitoria agevolata del concorso FIT. Tale concorso consente agli insegnanti di entrare in una graduatoria per prendere il ruolo.

I primi ed unici accoglimenti sono intervenuti nella mattinata del 26 marzo nei ricorsi pilota, avanzati dagli Avv. Michele Bonetti e Santi Delia per conto dell’Associazione Adida e Mida. Con i due decreti allegati il Tribunale Amministrativo Laziale ha accolto l’istanza di misura cautelare dei ricorrenti ITP e della categoria degli abilitati all’estero “ammettendoli a partecipare alla procedura concorsuale” per il TAR “a tal fine il Miur dovrà adottare tutte le misure necessarie ad assicurare la presentazione delle domande e ad ammettere parte ricorrente a partecipare alla citata prova concorsuale l’istanza ed ammette il ricorrente alla procedura concorsuale”.

“Auspichiamo che la vittoria sui casi pilota degli ITP, dei Dottorati, e degli Abilitati all’estero possano fungere da apripista per tutti i nostri ricorrenti” riportano gli Avvocati Michele Bonetti e Santi Delia.

 Vai alla rassegna stampa

Corriere della Sera

FIT: arriva il primo Si del TAR. Dentro in 500.

Dal Fit, il concorso semplificato con sola prova orale per insegnare alle medie ed alle superiori, riservato agli abilitati, sono stati esclusi i Dottori di ricerca nonostante il loro titolo sia apicale nel nostro sistema di istruzione.

Ma non si tratta della prima esclusione. Già nel 2016, nel concorso voluto dalla Buona scuola di Renzi e della Giannini, i dottori di ricerca avevano subito la stessa esclusione.

Per la prima volta in quel contesto, gli Avvocati Santi Delia e Michele Bonetti hanno accettato l'incarico di assistere oltre 3.000 giovani in possesso del Dottorato di ricerca, al fine di ottenere il giusto riconoscimento di tale titolo di studio da spendere nel mondo dell'insegnamento scolastico.

Oggi è arrivato il primo accoglimento per un gruppo pilota di quasi 500 dottori di ricerca accuratamente selezionati in ragione di specifiche peculiarità della loro storia. Nei prossimi giorni ed in tempo utile per la partecipazione alle prove, verranno trattati anche tutti gli altri ricorsi.

Si tratta del primo riconoscimento in assoluto verso questa categoria di docenti ottenuta attraverso un'azione collettiva e che consentirà di partecipare alla prova concorsuale.

Le adesioni sono ancora aperte giacchè il ricorso al TAR potrà comunque essere proposto nei 60 giorni. Per aderire clicca qui

Vedi il provvedimento del T.A.R. sul primo gruppo di dottorati

Vai alla rassegna stampa

Il Fatto Quotidiano

Repubblica

Letteraemme

 

FIT: l'azione per i Dottori di ricerca che hanno già svolto le prove del concorso 2016.

A tutela dei Dottori di ricerca che, per primi con il nostro patrocinio, hanno partecipato al CONCORSO 2016, è previsto un ricorso ad hoc per consentire la partecipazione al FIT.

A tale ricorso possono partecipare non solo i nostri ricorrenti del 2016 ma anche coloro che hanno ottenuto a suo tempo l'ammissione con altre azioni.

In particolare il ricorso è rivolto a tutti i dottori di ricerca che sono riusciti a partecipare al CONCORSO DOCENTI 2016 ottenendo la possibilità di fare le prove ordinarie o suppletive.

Nell'ambito del nuovo contenzioso FIT, abbiamo deciso di tutelare specificatamente la Vs posizione giacchè la riteniamo più fondata rispetto alle altre e meritevole di attenzione peculiare.

Oltre al possesso del dottorato, difatti, oggi potete vantare il fatto di aver superato le prove concorsuali del concorso 2016 e ciò, a nostro modo di vedere, vi consente di partecipare al FIT sfruttando il comma 5 dell'art. 3 del bando di concorso.

Tale norma, se accompagnata dall'azione giudiziale che qui vi stiamo illustrando, consente appunto la partecipazione.

La nostra teoria, difatti, stante il fatto che il merito del giudizio non è ancora fissato, è che possiate partecipare con riserva di quel contenzioso e di questo.

Se volete tutelare la Vs posizione potete agire con ricorso:

- INDIVIDUALE (consigliato se oltre ad avere il dottorato, aver superato le prove di concorso del 2016, avere servizio di supplenza avete anche insegnamento universitario o l'ASN), al costo di € 2500;

- COLLETTIVO (consigliato se avete solo il dottorato e il superamento delle prove di concorso del 2016), al costo di 750. Si dovrà raggiungere per la conferma di tale quota un numero minimo di partecipanti.

Il presente ricorso non è rivolto a chi, pur avendo fatto le prove del concorso 2016 suppletive o ordinarie grazie al ricorso non le ha passate.

Se avete già aderito al ricorso collettivo ordinario DOTTORATI la quota pagata verrà decurtata.

Per aderire dovete compilare la documentazione allegata e inoltrare la domanda cartacea e on line (indicando la stessa CDC del concorso 2016 e la Vs ordinanza che a suo tempo vi ha ammesso) e seguire le istruzioni allegatedomanda cartacea e on line (indicando la stessa CDC del concorso 2016 e la Vs ordinanza che a suo tempo vi ha ammesso) e seguire le istruzioni allegate.